Magnadyne SV52 Restauro e Conversione FM

Questa mi è giunta dopo esser passata in mano dal solito incapace che si proclamava radio tecnico ma di fatto non era capace di far niente, gli è stata consegnata rotta e l’ha riconsegnata ancora non funzionante.

Il lavoro del presunto “tecnico” è consistito nel sostituire alcuni condensatori a carta da 100nF con degli scatolotti da circuito stampato appesi a dei fili morbidi da cui ciondolavano come palline dell’albero di natale e a mettere in parallelo a uno degli elettrolitici originali esposi (ancora connesso) un condensatore da 10uF 350volt, dove in di accensione ci sono 510volt, il resto del marciume era ancora tutto al suo posto.

Il mio lavoro è consistito invece nel sostituire gli scatolotti messi dal tizio con condensatori adeguati assieme a tutti gli altri condensatori a carta ed elettrolitici ancora in circuito, ho sostituito completamente anche le matassine di fili che andavano verso l’ (bobina di campo e d’) e quella che andava all’occhio magico in quanto le gomme si sbriciolavano e si vedeva il rame nudo in diversi punti, ho sostituito il cordone di rubato da una abajures con uno esteticamente in linea con la radio, ho risolto un problema molto fastidioso di slittamento della puleggia di sintonia contro al suo perno che rendeva impossibile centrare una qualsiasi stazione, pulito e disossidato tutti gli zoccoli e i commutatori, sistemato l’indicatore di gamma che era duro e disallineato rendendo impossibile capire su quale gamma fossi posizionato. Sono state allineate le media frequenze ed è stato installato un modulo che in questo modello è possibile commutare usando il comando del fono. Il mobile è stato sverniciato, preservando le decalcomanie originali, e riluciato ex novo.

Eccola in funzione

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments