geloso G 236-HF / G 235-HF

Mi hanno portato una coppia G235HF e G236HF da revisionare e a cui dare un contenitore. Il G236 aveva il di alimentazione che necessitava di essere riavvolto per colpa di alcuni pastrocchi fatti da qualcuno che ha cercato di ripararlo in modo molto rudimentale. Nella foto qui sotto il trasformatore riavvolto.

Il dell’apparecchio è proceduto con il della sezione di alimentazione come da schematico, la sostituzione di tutti i condensatori a carta e altri piccoli elettrolitici nella sezione pre, sono state sostituite anche alcune resistenze troppo avariate. Le sono state tutte testate con uTracer3+ in fine il tutto è stato rinchiuso in una scatola di legno costruita su misura.

L’apparecchio risale al 1962, ed è interessante a livello tecnico e strumentale vedere come funzionavano le elettroniche d’, anche perchè queste strumentali sono un chiaro riferimento a quella che poi è la reale prestazione sonora dello stesso. Ho misurato perciò la sola sezione G236HF, ossia il solo finale.

Non ho misurato la potenza perchè per farlo avrei dovuto scollegare la messa a terra dell’oscilloscopio in quanto nel trasformatore d’ nessuno dei connettori che va ad un carico di 8ohm si trova a massa, ma il dato della potenza non mi interessava, essendo un di EL84 la potenza sicuramente si attesta attorno i 15watt. Il fattore di è pari a DF 4. La è di 60Hz / 8,5khz -3dB a circa 1 watt, ecco il grafico…

Si evince che questi apparecchi sono molto mediosi, poveri sia in gamma bassa che in gamma alta, cose che all’epoca non interessavano. Proseguo con l’analisi di spettro e le quadre a 100Hz / 1k e 10k anche se queste ultime sono poco significative.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments