Come far suonare un Amplificatore a Valvole cinese – Modding scatole di montaggio – Un’idea interessante per gli autocostruttori

Progetti correlati:

Diverse volte ho riflettuto per trovare una strada che permettesse agli di realizzare un buon amplificatore spendendo relativamente poco, assemblare un’amplificatore risulta abbastanza costoso se si vogliono usare materiali di buona qualità con lo scopo appunto di avere anche un buon risultato. Dall’altra parte il mercato made in cina offre degli amplificatori in scatola di montaggio dedicati ai novellini dell’ per prezzi veramente stracciati, qui sotto si possono vedere 2 esempi…

So che esiste un cerchia di persone amanti degli amplificatori valvolari cinesi che si accontentano dei risultati che danno o che vanno affermando che vadano bene quanto roba a prezzi anche decine di volte maggiori, e forse in tanti casi hanno ragione perchè purtroppo il mondo costruito dai guru sulla base scientifica del nulla e delle loro fantasie spesso produce apparecchi ipercostosi e dalle prestazioni che lasciano molto a desiderare, ciò non toglie che esistano e si possano costruire amplificatori valvolari dalle doti sonore di altissimo livello senza nemmeno spendere troppo, ma solo realizzandoli nel modo giusto e con i giusti componenti. Quindi non mi vogliano male gli estimatori del made in cina se dico che questi apparecchietti economici sia in scatola di montaggio che non possono fare miracoli… però…

Ho tante volte osservato che la cosa più difficile per un’autocostruttore, sopratutto se alle prime armi, è realizzare un supporto meccanico di montaggio decente, è così che nascono tanti impresentabili

Meglio modificare un cinese che assemblare o comprare cose del genere…

Brutte scatole forate male e con la roba dentro montata ancora peggio…

La mia idea però non si estende ai soli newbye dell’autocostruzione, può essere interessante anche per persone più esperte, e sicuramente qualcuno lo avrà anche già fatto senza che fossi io a suggerirlo. Prendiamo il dello screenshot sopra…

Con circa 212€ (conversione dal dollaro alla data del 30 agosto 2020) si porta a casa una scatola che contiene un telaio in acciaio già forato e di buon spessore, valvole, zoccoli, interruttori, ancoraggi, morsetti RCA e per gli altoparlanti e tutte le varie minuterie per assemblare un circuito cablato in aria, no stampati. Ora pensandoci bene; lo stesso materiale comprato sfuso o fatto realizzare (telaio) apposta viene a costare molto di più, realizzare il telaio fa perdere tantissimo tempo.

Però freno subito gli entusiami perchè questi apparecchi non li si fa suonare bene mettendoci valvole NOS o condensatori migliori dentro, buoni risultati si ottengono con l’impegno. Le maggiori limitazioni sono la qualità dei trasformatori e lo stesso elettrico, in questo kit EL34 ad esempio nello schema pubblicato si vede che usano un doppio triodo 6N9p equivalente della per pilotare la EL34, ma le 2 sezioni interne le collegano in parallelo e c’erano sicuramente modi migliori di sfruttare questa valvola, oppure avrebbero potuto usare un solo doppio triodi per pilotare entrambe le finali.

Non vorrei sparare a zero ma gli estimatori di questi cinesini spesso spendono in valvole NOS più del costo dell’apparecchio su cui vanno a montarle, dicendo che migliorano e magari sentiranno che un pò si modifica il ma detta come va detta è uno spreco e non possono fisicamente andare molto lontano, e sicuramente non si avvicinano per niente ai risultati che si potrebbero ottenere con interventi più radicali.

Quello che penso io è che a questi prezzi potrebbe essere decisamente sensato comprare tali scatole di montaggio, scartare completamente i trasformatori di serie o almeno quelli di (se quello di reggesse le potenze richieste senza surriscaldare e senza vibrare ha assolutamente senso conservarlo) e assemblarli con uno schema più curato, si potranno poi impiegare condensatori migliori la dove ha senso usarli, mettere un potenziometro di qualità superiore etc. È vero che la modifica della scatola di montaggio alla fine viene a costare più della scatola di montaggio, basta pensare che una coppia di miei trasformatori per SE di EL34 costa attualmente 262€, ma se doveste montare da zero un’apparecchio simile li dovreste comprare lo stesso. La convenienza nel fare una tale operazione sta nel fatto di avere già buona parte dei componenti e delle minuterie necessarie a un costo decisamente conveniente e nel risparmiare moltissimo tempo nella realizzazione fisica del telaio dove montare tutto perchè è già fatto ed è di metallo e non di legno, questo scatola di montaggio con le EL34 ad esempio di presta bene per ospitare questo mio progetto, già realizzato da diverse persone con risultati ottimi.

Cercando su questi bazar cinesi si trovano diversi apparecchietti in scatola di montaggio che si prestano bene a diventare la base per qualcosa di più serio, l’unicosa a cui fare attenzione è cercare scatole pensate per essere assemblate in aria senza circuito stampato, perchè con il circuito stampato il fissaggio meccanico dello zoccolo sarà a circuito e non a telaio e lo stampato non si presta a modifiche radicali, sopratutto se si vogliono montare condensatori di un certo pregio (spesso ingombranti).

Un’altra idea potrebbe essere quella di modificare degli apparecchi già costruiti se il loro costo fosse abbastanza basso, oppure se si possono comprare usati a un prezzo basso o ancora se li avete già comprati e messi da parte perchè non vi piacevano, questa strada è già stata intrapresa da alcuni miei clienti, con i miei consigli e uno schema premium su misura hanno ottenuto risultati straordinari come nel caso di questo finalino con la 2A3.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments